Roma Tre Orchestra

Roma Tre Orchestra - Il Sassofono e l’arte della Trascrizione

 

MUSICA CLASSICA

ROMA TRE ORCHESTRA
JACOPO TADDEI
sassofono
GEORGE MORTON
direttore

Il Sassofono e l’arte della Trascrizione

 Domenica 10 aprile, ore 17
 

Programma

W. A. Mozart
Concerto per oboe e orchestra K. 314

R. Strauss
Till Eulenspiegel
(versione per orchestra da camera a cura di G. Morton)

Concerto per oboe in re maggiore 
(versione per sax soprano di G. Morton, prima esecuzione assoluta)

Il programma è dedicato all'incontro tra uno strumento giovane, nato alla fine dell'Ottocento, come il sax, con alcuni grandi brani del repertorio tradizionale. "Trascrivere" significa "reinventare", in un linguaggio diverso, musica che ormai è tradizione. L'operazione è particolarmente utile, potremmo dire necessaria, in presenza di uno strumento come il sax, che proprio a causa della giovane età, di repertorio specifico ne ha poco. I brani presentati propongono quindi un accostamento assolutamente funzionale, ovvero quello tra Wolfgang Amadeus Mozart e Richard Strauss, che soprattutto nell'ultimo periodo, di Mozart è stato epigono e intelligente imitatore. Del primo ascolteremo, per sassofono, quello che al grande pubblico è noto come concerto per flauto n. 2; del secondo, in prima esecuzione assoluta, questa nuova versione di quello che è probabilmente il più importante concerto per oboe e orchestra del XX secolo. Completano il programma "I tiri burloni di Till Eulenspiegel", una bagina brillante, piena di energia e humour, sempre di Strauss, anch'essa presentata in una nuova versione di George Morton per organico ridotto.

 

 
Biglietteria InCarpi
Torre dell'Uccelliera di Palazzo Pio
Piazza Martiri, 58 - Carpi (MO)
Tel. 059.649255
da martedì a domenica ore 10-17.30
chiuso i lunedì non festivi, Natale e Capodanno

 

Jacopo Taddei è semplicemente il più importante saxofonista della sua generazione.
Dopo il Primo Premio Claudio Abbado nel 2015 per la sezione Saxofono e la proclamazione di vincitore assoluto della prima edizione del Premio del Conservatorio di Milano, Jacopo Taddei ha inaugurato, in Sala Verdi, l’Anno Accademico 2015-2016 per la Stagione del Conservatorio, con un concerto da solista con orchestra sinfonica diretta da Yoichi Sugiyama. Si è esibito con l’orchestra della Filarmonica della Scala al Teatro degli Arcimboldi sotto la direzione di Daniele Gatti, al Teatro Argentina di Roma diretto da Bruno Aprea, con l’Orchestra dei Conservatori italiani. Dal 2006 al 2015, è stato premiato come Primo Assoluto in ventuno competizioni internazionali e nazionali.Ha suonato per enti come ORT, Scala di Milano, Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Nato nel gennaio 1996 a Portoferraio (Isola d’Elba), ad otto anni Taddei comincia gli studi musicali nella Filarmonica di Portoferraio e a nove anni è ammesso, con votazione 10/10, a frequentare la classe di Saxofono all’Istituto Superiore di Studi Musicali P. Mascagni di Livorno, per poi trasferirsi al Conservatorio G. Rossini di Pesaro, dove nel giugno 2013, sotto la guida di Federico Mondelci, si diploma con dieci e lode e Menzione d’Onore. 

George Morton, dopo aver conseguito la laurea, ha intrapreso gli studi post-laurea con George Nicholson (composizione/orchestrazione) e Kenneth Brown (tromba). Dopo la laurea, George si è stabilito nella verdeggiante città di Sheffield e continua a godere della sua vicinanza al Peak District National Park e alla birra prodotta localmente.
Come direttore d'orchestra, George è richiesto in tutto il nord dell'Inghilterra. È fondatore e direttore artistico della Rep Orchestra, un ensemble professionale con sede a Sheffield che dedica i suoi concerti all'esplorazione di progetti innovativi ed entusiasmanti. È direttore musicale della Sheffield Philharmonic Orchestra, della Sheffield Youth Orchestra e della Nottingham University Wind Orchestra. È apparso come direttore ospite con ensemble tra cui Covent Garden Sinfonia, Bombay Chamber Orchestra, Hallam Sinfonia, Stamford Chamber Orchestra, Sounds of the Engine House e Swan Ensemble.
George è anche arrangiatore e orchestratore; le sue riduzioni sono state eseguite con grande successo in sale da concerti di tutto il mondo e sono pubblicate da Universal Edition, Schott Music e Boosey & Hawkes. George è il fondatore e direttore di Steel City Music Publishing, una casa editrice indipendente specializzata nella produzione di arrangiamenti, orchestrazioni e trascrizioni per orchestre da camera e ensemble.

 Roma Tre Orchestra, fondata nel 2005, è la prima orchestra universitaria nata a Roma e nel Lazio, orientata all’impegno e all’eccellenza, volta alla diffusione della grande musica soprattutto tra le nuove generazioni. L’Associazione organizza concerti di musica da camera e sinfonici presso le sedi di Ateneo, il Teatro Palladium e in importanti altri luoghi della cultura cittadina tra i quali il Teatro Torlonia, l’Accademia di Danimarca, i Musei Civici di Roma (Museo Napoleonico, Bilotti e altri), il Castello di Santa Severa, la Scuola Casa dei bimbi alla Garbatella. Da anni collabora con solisti di livello internazionale come Gianluca Cascioli, Maurizio Baglini, Roberto Prosseda, Enrico Bronzi, Carlo Guaitoli, Alessandra Ammara, Emanuele Arciuli, Ilia Kim, Gloria Campaner, Roman Rabinovich, Scipione Sangiovanni (pianoforte), Enrico Bronzi, Silvia Chiesa (violoncello), Haik Kazazyan (violino), Shirley Brill (clarinetto), Massimo Mercelli (flauto), Jacopo Taddei (saxofono), l’attore Claudio Amendola, il coreografo Bill T. Jones, lo scrittore Alessandro Baricco, le cantanti liriche Daniela Mazzucato e Veronika Dzhioeva, la cantante popolare Etta Scollo, il compositore Premio Oscar Dario Marianelli (di cui ha registrato le musiche per il film “Nome Di Donna” di Marco Tullio Giordana e “Pinocchio” di Matteo Garrone) e i direttori Gunter Neuhold, Yoram David, Bruno Weinmeister, Donato Renzetti, Will Humburg, Cord Garben, Sir David Willcocks, Mikhail Kirchhoff, Alexander Sladkovsky, Sergey Smbatyan, Luciano Acocella, Francesco Lanzillotta, Marcello Bufalini, Gabriele Bonolis, Tonino Battista, Fabio Sperandio, Fabio Maestri e molti altri ancora. Dal 2013 al 2017 direttore musicale dell’orchestra è stato Luigi Piovano, primo violoncello dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, prima di lui, dal 2006 al 2011, Pietro Mianiti.
Dal 2017 Roma Tre Orchestra svolge un intenso impegno a favore dei giovani pianisti grazie alla rassegna "Young Artists Piano Solo Series", nata allo scopo di coinvolgere i migliori artisti provenienti da ogni parte del Paese. In questi anni sono stati decine i giovani coinvolti, tra loro vincitori di concorsi nazionali e internazionali, in molti casi al debutto assoluto nella Capitale. Ogni anno, tra i partecipanti, i soci di Roma Tre Orchestra scelgono il proprio pianista preferito, che viene proclamato "Young Artists" per l'annualità di riferimento e da quel momento in poi convolto in diversi progetti, anche sinfonici.
Dall'annualità 2021 è stata costituita la carica di "direttore in residenza", pensata con carattere annuale per coinvolgere un giovane direttore d'orchestra in maniera stabile nelle produzioni di Roma Tre Orchestra. La scelta è caduta su Sieva Borzak, rinnovato nell'incarico anche per l'annualità 2022.
Roma Tre Orchestra ha inoltre collaborato con importanti Istituzioni pubbliche quali Roma Capitale, Associazione Teatro di Roma, Ambasciata degli Stati Uniti presso il Quirinale e presso la Santa Sede, Caspur,  Accademia di Danimarca, Zètema, Laziodisu, Laziocrea, CIDIM, Reale Ambasciata di Norvegia, Ambasciata del Regno del Belgio, Ambasciata dei Paesi Bassi, Ambasciata di Svizzera, Istituto Polacco di Cultura, Conservatorio di Santa Cecilia, Conservatorio di Latina, Biblioteche di Roma, Casa di Goethe, Municipio Roma VIII, Città di Vibo Valentia.
Negli anni è stata ospite e ha realizzato collaborazioni con alcuni tra i più importanti enti artistici italiani quali RomaEuropa Festival, Concerti del Quirinale, Teatro "Verdi" di Pordenone, Teatro Pubblico Pugliese, Reate Festival, Amiata Piano Festival, Teatro Comunale di Carpi, Amici della musica di Foligno, Campus Internazionale di Latina, Amici della musica “F. Fenaroli”, Società Primo Riccitelli di Teramo, Società aquilana dei concerti “B. Barattelli”, Nuova Consonanza, Accademia Filarmonica Romana, Festival Armonie della Sera, Emilia Romagna Festival, Coop Art, Brianza Classica, Festival "Le Altre Note", Associazione Giovanni Padovano, Perosi 60: Tortona città della musica. Ha anche svolto attività all’estero in collaborazione con l’Istituto italiano di cultura di San Paolo del Brasile e con la società NetCologne in Germania. Dal 2019 accompagna la finale del Premio Chopin, importante competizione pianistica su Roma, federata con il concorso di Varsavia.
Roma Tre Orchestra è stata ammessa dal Ministero dei Beni Culturali ai benefici per lo spettacolo dal vivo per l’annualità 2014 e di nuovo dal 2021; è sovvenzionata dal Fondo Unico dello Spettacolo della Regione Lazio ed è socio delle principali associazioni nazionali di categoria operanti nell’ambito della musica e dello spettacolo dal vivo, quali Cidim, Aiam,  Mosaico Musica – Rete Associativa Italiana (di cui il direttore artistico di Roma Tre Orchestra è anche presidente).
A partire dall’a.a. 2010/2011, realizza un Laboratorio di linguaggio musicale dedicato principalmente agli studenti iscritti ai corsi di laurea in Scienze della comunicazione e Filosofia dell’Università Roma Tre.

 
Sulla base del DL 24 marzo 2022, N. 24, dal 1° al 30 aprile 2022 l'accesso agli spettacoli del teatro avviene con il green pass rafforzato, ottenuto da vaccinazione o guarigione. Sono esentati i minori di anni 12 e chi è esentato dalla vaccinazione, previa presentazione di certificato.

L’accesso è consentito solo ed esclusivamente con mascherina facciale di tipo FFP2 (non è obbligatoria per i bambini di età inferiore a 6 anni) che deve essere tenuta per tutta la permanenza in teatro (anche durante lo spettacolo quando si è seduti al proprio posto) e fino all’uscita dallo stessoÉ vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso.