• ACCADE D'ESTATE A TEATRO Si parte il 21 giugno con Stefano Bollani Trio, posti prenotabili da martedì 8 giugno

Franz Liszt - Via Crucis

Coro dell’Almo Collegio Borromeo Marco Berrini, direttore Alessandro Marangoni, pianoforte Programma Franz Liszt (1811-1886) Via Crucis. Le 14 stazioni della Croce, S. 53 per soli, coro e pianoforte

 

Coro dell’Almo Collegio Borromeo
Marco Berrini, direttore
Alessandro Marangoni, pianoforte

  
  Streaming Venerdì 2 aprile 2021, ore 18.00
 

Programma

Franz Liszt (1811-1886)
Via Crucis. Le 14 stazioni della Croce, S. 53
per soli, coro e pianoforte

Introduzione: Vexilla regis prodeunt
I Stazione: Gesù è condannato a morte
II Stazione: Gesù è caricato della croce
III Stazione: Gesù cade per la prima volta
IV Stazione: Gesù incontra sua madre
V Stazione: Gesù è aiutato a portare la croce da Simone di Cirene
VI Stazione: Santa Veronica
VII Stazione: Gesù cade per la seconda volta
VIII stazione: Gesù consola le donne di Gerusalemme
IX Stazione: Gesù cade per la terza volta
X Stazione: Gesù è spogliato delle vesti
XI Stazione: Gesù è inchiodato sulla croce
XII Stazione: Gesù muore in croce
XIII Stazione: Gesù è deposto dalla croce
XIV Stazione: Gesù è deposto nel sepolcro

Introduzioni alle stazioni tratte dal “Poema della Croce” di Alda Merini

 

Coro dell’Almo Collegio Borromeo
L’Almo Collegio Borromeo è il più antico Collegio universitario di merito d’Italia, fondato nel 1561 da San Carlo e per espressa volontà del suo fondatore intende la musica come un importante elemento pedagogico: fin dall'inizio un’aula è dedicata all’ascolto e all’educazione musicale. Già alla fine del Cinquecento per volontà di Federico Borromeo erano presenti in Collegio un concentus e un gruppo vocale; oggi il Borromeo continua questa tradizione plurisecolare con una sua Orchestra e un suo Coro. Il Coro nasce nel 2017 per espressa volontà degli alunni di cantare insieme. Il suo direttore stabile è Marco Berrini. Sotto la sua guida il Coro dell'Almo Collegio Borromeo sta individuando una propria identità: questo percorso, insieme alla sempre maggiore consapevolezza tecnica acquisita dai giovani cantori, ha permesso loro di affrontare con successo i primi brillanti impegni concertistici con un repertorio che va dalla polifonia italiana rinascimentale alla musica contemporanea, commissionando anche nuovi brani. Presente regolarmente nella Stagione Concertistica dell'Almo Collegio Borromeo, sarò impegnato anche in tour internazionali, partecipando al progetto europeo MEETS (Music in Higher Education to develop transversal skills), ideato dall'Almo Collegio Borromeo. Nel febbraio 2021 ha registrato un CD allegato alla prestigiosa rivista Classic Voice con la Via Crucis di Liszt, insieme al pianista Alessandro Marangoni.

Marco Berrini
Direttore di coro, d’orchestra e didatta tra i più attivi oggi, sia in Italia che all’estero. Ha iniziato la sua attività professionale come maestro sostituto direttore del Coro da Camera della Rai di Roma e ha successivamente collaborato con i teatri di Malaga, Siviglia, Genova e con l’orchestra e il coro della Comunità di Madrid. Ha diretto in Medio Oriente e in Sud America, dove è stato anche direttore ospite del Coro Nazionale Giovanile Argentino e del Coro del Teatro Municipale di Cordoba. È direttore ospite della FORM, Orchestra Filarmonica Marchigiana. È fondatore e direttore di Ars Cantica Choir & Consort e direttore del Vocalia Consort di Roma, con i quali ha vinto numerosi primi premi in competizioni nazionali e internazionali. Dal 2017 dirige il coro dell’Almo Collegio Borromeo di Pavia. Dal 2020 dirige il Coro dell’università Statale di Milano.
È fondatore, direttore artistico e docente della Milano Choral Academy, scuola internazionale di formazione e perfezionamento per direttori di coro e cantori, attiva dal 2010. Dal 2017 è membro della commissione artistica nazionale di Feniarco (Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali) e dal 2018 è presidente della commissione artistica dell’USCI Lombardia (Unione Società Corali Italiane).
Ha curato edizioni musicali per BMM, Carrara, Carisch, Discantica, Rugginenti, Suvini Zerboni. È docente di Direzione di coro e Composizione corale presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (TV).

Alessandro Marangoni
Vincitore del Premio “F. Abbiati” della critica italiana nel 2019, Alessandro Marangoni si è affermato sulla scena internazionale grazie ad una significativa attività concertistica e discografica come solista e un’altrettanto intensa attività cameristica con artisti quali Mario Ancillotti, Marco Berrini, Enrico Dindo, Massimo Quarta, Paola Pitagora, Quirino Principe, Bruno Taddia, Milena Vukotic, Maddalena Crippa, Claudia Koll, il Quartetto di Fiesole e il Nuovo Quartetto Italiano.
Nato nel 1979, si è diplomato in pianoforte con lode e menzione con Marco Vincenzi presso il Conservatorio di Alessandria e perfezionato con Maria Tipo alla Scuola di Musica di Fiesole. Contemporaneamente si è laureato in Filosofia presso l’Università di Pavia (con una tesi in filosofia della musica), alunno dell’Almo Collegio Borromeo.
Ha debuttato nel dicembre 2007 con un recital al Teatro alla Scala di Milano, in un omaggio a Victor de Sabata nel 40° anniversario della morte, insieme a Daniel Barenboim. Ha suonato nelle principali sale in tutta Europa, Cina, Stati Uniti e Australia, registrando per importanti emittenti come RAI, BBC, Radio Nacional de Espana e SBS Australia. Ha instaurato un sodalizio artistico con l’attrice Valentina Cortese con la quale ha tenuto a Milano uno spettacolo con la regia di Filippo Crivelli e inaugurato il Teatro Massimo di Cagliari. Con Quirino Principe ha fondato il duo “Alessandro Quirini e Quirino Alessandri”, ideando spettacoli monografici su Rossini, Chopin e altri grandi autori.
Per la prima volta nella discografia, Marangoni ha inciso l'integrale completa dei Peccati di vecchiaia di Rossini (13 CD), riscoprendo 20 inediti. Ha inoltre inciso l’integrale del Gradus ad parnassum di Clementi, dei Concerti per pianoforte e orchestra di Castelnuovo-Tedesco con la Malmö Symphony Orchestra, l’integrale per violoncello e pianoforte dell’autore in duo con Enrico Dindo, tutti per Naxos. Alessandro Marangoni ha inoltre riscoperto la produzione pianistica di Victor de Sabata, che ha registrato per La Bottega Discantica. Diverse riviste musicali internazionali, come Ritmo e Musica, gli hanno dedicato una copertina e ultimamente Gramophone ha scelto le sue interpretazioni come punto di riferimento per Rossini. Collabora come revisore con Edizioni Curci e Leduc. Ha vinto il Premio Internazionale “Amici di Milano” per la Musica. Insieme al regista Pierpaolo Venier è ideatore del Chromoconcerto®. E' direttore artistico dell'Almo Collegio Borromeo di Pavia e di Forte Fortissimo TV, una innovativa webtv impegnata nel divulgare la campagna “La musica contro il lavoro minorile” pensata da Claudio Abbado con l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ONU), di cui Alessandro Marangoni è testimonial internazionale. E' docente al Conservatorio di Novara e tiene masterclasses in Europa, Sud America e Cina.