FVG Orchestra

FVG Orchestra

 

MUSICA CLASSICA

Sonia Prina contralto
Nir Kabaretti 
direttore
FVG Orchestra
Flower in the desert

Domenica 5 dicembre, ore 17
 

Programma

Johann Sebastian Bach
Cantata BWV 54

Widerstehe doch der Sünde (Resisti al peccato)
per contralto e orchestra d’archi

Cristian Carrara
Flower in the Desert
Four Love Songs from Isaiah

per contralto e orchestra 
(prima esecuzione assoluta)

Felix Mendelssohn Bartholdy
Sinfonia in re maggiore op.107 “La Riforma

Un programma particolarmente suggestivo incentrato su musiche di ispirazione sacra, che vede accostate una celebre cantata di Bach, la Sinfonia della Riforma di Mendelssohn e la prima esecuzione mondiale di Flower in the desert, ultima creazione di Cristian Carrara, compositore di grande capacità comunicativa.
Il concerto è arricchito dalla presenza del contralto Sonia Prina, oggi considerata un punto di riferimento assoluto nella scena lirica internazionale con ingaggi che la vedono protagonista in molti dei teatri più importanti del mondo.

In partnership con Festival Internazionale di Musica Sacra di Pordennone

 

BIGLIETTERIA INCARPI
Torre dell'Uccelliera di Palazzo Pio
Piazza Martiri, 58 - Carpi (MO)
Tel. 059.649255
da martedì a domenica ore 10-18
dal 4 al 19 dicembre apertura fino alle 19
chiuso i lunedì non festivi, Natale e Capodanno
 
L'accesso alla biglietteria avviene esclusivamente su prenotazione al link:
 
 

 

Sonia Prina Il contralto italiano Sonia Prina è ad oggi considerata un punto di riferimento assoluto della sua vocalità nella scena lirica internazionale con ingaggi che la vedono protagonista in molti dei teatri più significativi del globo. Nata a Magenta (MI), all’età di tredici anni intraprende gli studi musicali presso il conservatorio ‘Giuseppe Verdi’ di Milano e si diploma in tromba e canto. Nel 1996 vince le selezioni per l’ammissione all’Accademia per Giovani Cantanti Lirici presso il Teatro alla Scala di Milano e dal 1997 cominciano le scritture per le stagioni operistiche con particolare interesse al repertorio barocco. La sua rara voce di contralto le permette di farsi notare da subito sulla scena lirica internazionale. Riceve molti premi tra cui citiamo il prestigioso Premio Abbiati nel 2006 e il Tiberini d’Oro nel 2014 in entrambi casi come migliore cantante dell’anno. Tra gli impegni di maggior rilievo degli ultimi anni citiamo: ruolo titolo di Rinaldo di Handel al Teatro alla Scala di Milano, all’Opera di Zurigo e al Festival di Glyndebourne; ruolo titolo nell’Ascanio in Alba di Mozart al Festival di Salisburgo; ruolo titolo nell’Orlando di Handel alla Sydney Opera House; Clarice ne La Pietra di Paragone di Rossini al Théâtre du Châtelet di Parigi; ruolo titolo di Tamerlano alla Staatsoper di Monaco. Sonia Prina è invitata regolarmente a molti dei più prestigiosi teatri e festival: La Scala di Milano, Théâtre des Champs Elysées e Opera di Parigi, Teatro Real di Madrid e Teatro Liceu di Barcellona, Opera di Sydney, Barbican di Londra, Lyric Opera di Chicago e Opera di San Francisco, Staatsoper di Monaco, Festival di Salisburgo, Festival d’Aix en Provence, Opera di Zurigo etc. collaborando con direttori quali: Rinaldo Alessandrini, Giovanni Antonini, Harry Bicket, Fabio Biondi, Ivor Bolton, Alan Curtis, William Christie, Ottavio Dantone, Diego Fasolis, Emmanuelle Haim, Christopher Hogwood, René Jacobs, Paul McCreesh, Marc Minkowski, Jean Christophe Spinosì, Patrick Summers e registi quali Robert Carsen (Rinaldo a Glyndebourne e Alcina a Parigi), David McVicar (Orlando a Parigi e Giulio Cesare a Lille), Pier Luigi Pizzi (Orfeo a Madrid), John Copley (Ariodante a San Francisco), David Alden (Alcina a Bordeaux e Madrid). Grande specialista haendeliana, tra i suoi ruoli di predilezione ricordiamo i seguenti ruolo titolo: Giulio Cesare e Orlando a Parigi; Amadigi a Napoli; Rinaldo a Zurigo, Milano e Glyndebourne, Silla a Roma, Tamerlano a Monaco, ma anche: Bradamante nell’Alcina a Parigi; Polinesso nell’Ariodante a Barcellona e San Francisco; Bertarido nella Rodelinda a Londra e Vienna; Goffredo nel Rinaldo alla Lyric Opera di Chicago; Amastre nel Serse a San Francisco. Nella sua collaborazione con l’Orchestra Verdi di Milano, la sua orchestra a strumenti originali La barocca e il suo direttore Ruben Jais, esegue periodicamente il Messiah ed altri progetti. E’ stata invitata a cantare in Vaticano per S.S. Papa Benedetto XVI e il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano il Magnificat di Vivaldi diretta da Zhang Xian. Alcuni dei suoi ingaggi più recenti includono: ruolo titolo dell’Ezio di Gluck all’Opera di Francoforte; Aci Galatea e Polifemo a La Monnaie di Bruxelles con René Jacobs; ruoli titolo del Giulio Cesare e dell’Orlando di Handel alla Semperoper di Dresda; Polinesso nell’Ariodante ad Aix en Provence; La Resurrezione di Handel con i Berliner Philarmoniker. Ha al suo attivo numerosissime incisioni tra cui citiamo: Il Trionfo del Tempo e del Disinganno and La Resurrezione di Handel (Virgin/Erato); Senna festeggiante, L’Olimpiade e l’Ottone in Villa di Vivaldi (Naïve); l’Orfeo di Monteverdi (Erato); Lotario (DHM) and Rodelinda (Deutsche Grammophon); Ezio di Gluck e Ezio di Handel (Erato). Citiamo anche l’album solistico per la Vivaldi edition Arie Ritrovate (Naïve) and un progetto special sulla Lucrezia di Handel (Ludi Musici). Tra i dvd di prestigio citiamo Ascanio in Alba (Deutsche Grammophon); La Pietra di Paragone (Naïve) e di recente uscita il ruolo titolo di Rinaldo (DVD Opus Arte).

Nir Kabaretti si è affermato con crescente prestigio a livello internazionale, con una vasta esperienza nel repertorio sinfonico ed operistico. Dal 2002 al 2008 è stato Direttore Musicale della Raanana Symphonette Orchestra in Israele. Nel 2006 è stato scelto come Direttore Musicale della Santa Barbara Symphony in California, dal 2014 è Direttore Musicale della Southwest Florida Symphony e continua a collaborare con le maggiori orchestre e teatri del mondo.
Fin da giovanissimo ottiene numerosi riconoscimenti: nel 1993 vince il concorso di direzione d’orchestra Forum Junger Künstler a Vienna; nel 1994 è tra i finalisti del Concorso Internazionale per Direttori d'Orchestra a Douai, fra il 1989 e il 1992 è stato premiato dall’America - Israel Cultural Foundation Grant for Young Conductors.
Dopo la laurea presso l’Università della Musica di Vienna, diviene Maestro Collaboratore e direttore del Coro presso la Wiener Staatsoper e il Festival di Salisburgo. I successivi incarichi sono a Madrid come assistente del Direttore Musicale del Teatro Real e a Firenze come Direttore d’orchestra e assistente personale di Zubin Mehta al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2004 debutta al Teatro alla Scala di Milano con lo storico allestimento di Schiaccianoci di Nureyev, e vi ritorna nel 2007 per una produzione di Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn. Nir Kabaretti collabora regolarmente con importanti orchestre quali: la Israel Philharmonic Orchestra, l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Tokyo Philharmonic Orchestra, Orquesta Filarmonica de Buenos Aires, Orquestre National du Theatre du Capitole de Toulouse, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, Zagreb Philharmonic Orchestra, Belgrad Philharmonic Orchestra, Jerusalem Symphony Orchestra, Israel Symphony Orchestra of Rishon Le Tzion, Haifa Symphony Orchestra, Vienna Chamber Orchestra, Niederösterreichisches Tonkünstlerorchester, La Orquesta Sinfonica de Madrid, La Orquesta Filarmonica de Gran Canaria, Orquesta Sinfónica Metropolitana de Lisboa, La Bochumer Symphoniker ed altre ancora.
La sua esperienza operistica include produzioni al Maggio Musicale Fiorentino (Die Entführung aus dem SerailIl TrovatoreMacbethGianni SchicchiIl Viaggio a Reims), al Teatro Real di Madrid (La CenerentolaDie Walküre), alla Israeli Opera (FidelioManon Lescaut), all' Opéra de Lausanne (Il Cappello di Paglia di FirenzeDie Fledermaus) e al New National Theatre in Tokyo (Il Barbiere di Siviglia). Nel 2000 dirige Il diario di Anna Frank di Fried (produzione ospite della Staatsoper di Vienna) al Bregenz Festival ed all' Expo 2000 di Hannover. Nel 2005 è scelto per guidare la prima tournée del Teatro San Carlo di Napoli in Giappone, dirigendo il Trovatore.
Nelle passate stagioni ha diretto Falstaff al Théâtre Municipal de Lausanne, Lo Schiaccianoci al Teatro dell’Opera di Roma, Nabucco ad Avenches, Fidelio a New York, Lo Schiaccianoci al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino a Firenze  ed è stato protagonista in concerto al Teatro Petruzzelli di Bari, ha quindi diretto concerti al Théâtre du Capitole di Toulouse, Il lago dei Cigni a Caracalla e al Teatro dell'Opera di Roma dove è tornato anche per Cinderella .

Più recentemente è tornato a Roma per dirigere Romeo e GiuliettaGala recital per Roland Petit, Lo Schiaccianoci e Don QuixoteIl lago dei Cigni al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino a Firenze; Il barbiere di Siviglia ad Avenches; Die Fledermaus a Bari; una serie di concerti a Santa Barbara, Fort Meyers e a Liegi.
Dirigerà nuovamente Il lago dei Cigni al Teatro dell’Opera di Roma.

 

In applicazione del DL 23 luglio 2021, n. 105, articolo 3, dal 6 agosto 2021 l’accesso agli eventi culturali e di spettacolo, anche all'aperto, è consentito esclusivamente alle persone munite di certificazione verde (green pass) COVID-19.

La disposizione non si applica alle persone escluse per età dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti che devono presentare idonea certificazione medica. 
Alla persona sarà chiesto un documento di riconoscimento.